Die bitteren Tränen der Petra von Kant (Le lacrime amare di Petra Von Kant)

InsostenibileMediocreBelloMagico (2,83 di media su 12 voti)
Loading...

Le lacrime amare di Petra von Kant, diretto nel 1972 da Rainer Werner Fassbinder, è un adattamento di un dramma teatrale dello stesso regista, di cui mantiene l’impostazione: il film, girato in dieci giorni, è ambientato in una stanza e basato totalmente sui dialoghi delle protagoniste. Come disse Fassbinder, “ogni volta che due persone si incontrano e stabiliscono una relazione si tratta di vedere chi domina l’altro. La gente non ha imparato ad amare. Il prerequisito per potere amare senza dominare l’altro è che il tuo corpo impari, dal momento in cui abbandona il ventre della madre, che può morire…”

La famosa stilista Petra Von Kant (Margit Carstensen) vive con l’assistente Marlene (Irm Hermann), che domina completamente. La vita di Petra, segnata dalla morte del primo marito e dal divorzio dal secondo, è sconvolta dall’arrivo della giovane e bella Karin (Hanna Schygulla), della quale Petra si innamora e di cui diventa a sua volta succube. Ma l’amore, che in questo film si manifesta soprattutto attraverso iniqui rapporti di potere e di possesso, durerà poco lasciando Petra completamente sola.

0 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Spam protection by WP Captcha-Free