Bloomington

InsostenibileMediocreBelloMagico (3,20 di media su 46 voti)
Loading...

La storia, abbastanza nota per la cinematografia lesbica, racconta la relazione tra una studentessa e la sua insegnante. La 22enne Jackie (Sarah Stouffer), ex attrice di successo di una serie tv, rimane folgorata da Catherine (Allison McAtee), insegnante 30enne nota per essere una ‘tombeuse de femmes’. Nasce un legame forte e profondo che sarà messo a dura prova quando Jackie avrà l’opportunità di entrare nel mondo del cinema che raramente premia attrici dichiaratamente lesbiche.

Attrici: ,
Regista:
Sceneggiatrice/tore:
Anno:
Paese:
Categoria:
14 Commenti
  1. lo trovate su e mule….habitacion in roma…in spagnolo credo ci sianoi sottotitoli..di room in rome

  2. Ragazze Room in Rome l’ho scaricato da emule con i sottotitoli in italiano! E’ perfetto, si vede benissimo.
    Buona visione, merita davvero! 🙂

  3. si può trovare Bloomington in italiano o con i sottotitoli? Su quale sito si può trovare e scaricare?

  4. per SIRMA e NIC: andate su CINEMA LGTB e troverete il link per vederlo in streaming con i sottotitoli in italiano…..

  5. A me è piaciuto. Sopratutto nella prima parte è un bel film, emozionante e tenero nel rappresentare la nascita di questa relazione (insomma queste storie insegnate/alunna hanno un fascino particolare ed innegabile, almeno per me 😉 ).
    Nella seconda parte del film (cioè da quando Jakie decide di rientrare nel mondo dello spettacolo, per capirsi), invece, ci sono sviluppi e comportamenti un po’ strani, un po’ forzati … estremizzati, direi.
    D’altra parte nel film vengono proposte diverse questioni “etiche” importanti, molti spunti di riflessione su vari argomenti (non aggiungo altro per non spoilerare) non facili e pertanto si può chiudere anche un occhio se c’è qualche forzatura e/o leggerezza.
    Belle e brave le due protagoniste.
    Finale triste, ma realistico.

  6. Pessimo. Per nulla emozionante. Senza niente che faccia salire la tensione, si baciano quasi subito. La bella donna che interpreta l’insegnante risulta a mio parere davvero finta, tanto che viene da vergognarsi per lei: si vede che sta recitando una parte (penosamente). La ragazzina anche (bruttina) non comunica alcuna emozione. Volevo vederlo da un sacco di tempo, ma non ne valeva la pena. Non c’è poesia, non c’è passione, è un compitino svolto per il sei, tanto per fare “storia lesbica”. Anche psicologicamente, è piuttosto assurdo, con salti incomprensibili. In generale, un’americanata dozzinale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

Spam protection by WP Captcha-Free